La prima gara di Luciano Spalletti sulla panchina dell'Inter è un tripudio di gente, di entusiasmo e di colore. Il pubblico interista risponde alla grande e si presenta in massa a San Siro. Più di 50000 nerazzurri affollano gli spalti in una calda domenica di agosto. La squadra fin dai primi minuti di gioco mostra una bella grinta ed un'identità ben riconoscibile. L'Inter, corre, pressa e gioca bene.

La cura Spalletti emerge, eccome se emerge ed il pubblico del Meazza regala applausi scroscianti per tutto l'arco della partita. La vittoria sulla Fiorentina è netta e schiacciante. Siamo solo alla prima giornata di un campionato lungo ed insidioso ma l'Inter, nonostante una campagna di rafforzamento non esaltante, c'è.

PRIMO TEMPO - al 4' Astori stende in area Icardi. L'arbitro Tagliavento indica il dischetto: il VAR conferma la decisione, è calcio di rigore per l'Inter. Dal dischetto il capitano nerazzurro non sbaglia.
Al 9' Nagatomo crossa per Vecino il cui tiro non impensierisce il portiere Viola.
Al 15' assist di Perisic dalla destra per Icardi che, di testa, insacca il pallone in rete e porta l'Inter sul provvisorio 2 a 0.
Al 25' grande azione dell'Inter: velo di Borja Valero per Brozovic che piazza di destro. Sportiello respinge in corner.
Al 27' la Fiorentina si rende pericolosa con Simeone che si smarca e colpisce di testa su assist di Eysseric. Handanovic respinge.
Al 28' grande contropiede dell'Inter con Candreva che serve Perisic che, tutto solo davanti al portiere Viola, prova a servire Icardi con scarso successo.
Al 40' l'arbitro richiede l'intervento del VAR per valutare un presunto contatto in area di rigore tra Miranda e Simeone. Dopo qualche minuto di attesa l'arbitro fa proseguire il gioco senza concedere il penalty alla squadra ospite.

SECONDO TEMPO - al 52' cross di Candreva per il capitano Mauro Icardi che colpisce al volo. Sportiello devia in calcio d'angolo.
Al 65' assist di Joao Mario per Perisic che calcia di sinistro. Il pallone sfiora l'incrocio dei pali.
Al 75' Joao Mario lancia Icardi in profondità. L'attaccante si libera di Vitor Hugo e serve Gagliardini che da ottima posizione calcia alle stelle.
Al 78' palo della Fiorentina con Veretout che stampa il pallone sul palo ad Handanovic battuto.
Un minuto più tardi, assist di Joao Mario per Perisic che trova il gol del definitivo tre a zero con un preciso colpo di testa in tuffo.
All'82' Candreva serve Icardi che colpisce di destro di prima intenzione. Il portiere Viola si salva in angolo.

Il 3 a 0 non è che il risultato di una prova convincente di tutta l'Inter. Una squadra compatta e sempre pronta ad aiutare il compagno in difficoltà. Tutti meritano un elogio per dedizione ed impegno. Con la speranza di continuare con questo spirito (perché si sa, chi ben comincia è a metà dell'opera) ci godiamo questa bella vittoria.
Prossimo match, sabato 26 agosto ore 20:45, Roma-Inter.

Te set mia un matt se te set mia de la Val di Matt
Francesca