La squadra nerazzurra batte il Chievo ed agguanta il primo posto solitario in classifica. Nonostante le squalifiche di Miranda e Gagliardini e l’infortunio di Vecino, Luciano Spalletti schiera in campo una formazione tonica ed agguerrita. Fin dai primi minuti l’Inter si mostra in palla e segna cinque gol ad un Chievo ben messo in campo ma impotente davanti alla supremazia nerazzurra.

PRIMO TEMPO - al 6’ Santon apre per Icardi che manca l’impatto di testa, Candreva calcia da breve distanza. Sorrentino devia il pallone.
Al 12’ tiro dalla lunga distanza di Santon, la sfera esce di poco.
Al 14’ Birsa serve Meggiorini che svetta di testa. Il numero 1 nerazzurro respinge d’istinto.
Al 17’ cross dalla trequarti di Candreva per Ranocchia che svetta in area: il suo colpo di testa esce di poco.
Al 18’ sempre Ranocchia si rende pericoloso in area, la sua spizzata esce di poco a lato.
Al 23’ discesa di Santon che tira in porta, Sorrentino respinge ma non riesce a trattenere, Perisic si avventa sul pallone e calcia al volo di destro portando l’Inter in vantaggio.
Al 28’ retropassaggio errato di Rigoni, Icardi arriva fino al limite dell’area e serve Joao Mario che calcia a botta sicura. Sorrentino si fa trovare pronto.
Al 38’ Brozovic lancia Icardi che entra in area e trafigge il portiere del Chievo con un bel destro ad incrociare. 2 a 0 per l’Inter.

SECONDO TEMPO - al 50’ tiro ad incrociare di Brozovic fuori di poco.
Al 57’ Birsa sbaglia il passaggio, Perisic raccoglie il pallone entra in area e trafigge Sorrentino segnando il gol del 3 a 0.
Al 60’ cross di Candreva per Skriniar che segna di testa, in tuffo, portando i nerazzurri sul 4 a 0.
Al 79’ Perisic scarica il suo sinistro all’interno dell’area di rigore. La sfera termina all’esterno della rete.
All’80’ Brozovic calcia dalla lunga distanza e colpisce la parte alta della traversa.
All’88’ Karamoh, servito da Dalbert, calcia di destro. Il suo tiro esce di pochissimo.
Al 92’ tiro da fuori di Joao Mario, rimpallato da Skriniar, Perisic raccoglie il pallone e segna la sua personale tripletta.

In attesa del big match di sabato sera a Torino contro la Juventus, ci godiamo il primo posto in classifica, consapevoli più che mai della forza della nostra Inter.

Te set mia un matt se te set mia de la Val di Matt
Francesca