INTER-SAMPDORIA 2-1: UNA VITTORIA DA SQUADRA!

In una delle settimane più calde dell'anno in casa Inter si torna in campo ,a casa nostra, per respingere l assalto del Milan e delle romane. Davanti,però,una squadra che viaggia verso l'Europa,la Sampdoria. Bisogna però trovare la cattiveria giusta per vincere tutte queste partite che possono essere considerate come scontri diretti.

PRIMO TEMPO: Mr. Spalletti conferma i suoi pupilli,davanti Lautaro sostituisce un Icardi "infortunato", di novità vediamo il ritorno di Gagliardini dal primo minuto e di Dalbert sulla fascia sinistra. Partiti! Si comincia con una buona pressione nerazzurra sul portatore di palla Doriano. L'inizio fa ben sperare ma la partita per quasi tutto un tempo resta su un ritmo moderato,solo due le occasioni divorate dai nerazzurri: Perisic,che si fa parare da Audero,e Lautaro che sprecano a pochi passi.

SECONDO TEMPO: Il secondo tempo sembra tutt altra cosa. Dopo un inizio simile all andamento del primo tempo si accende il fattore esterni per l'Inter: Politano e Perisic,supportati dai terzini, cominciano a impanicare i centrali fino a quando proprio Ivan torna terribile grazie all assist che serve a D'Ambrosio al 72'. 1-0 dunque! Ma appena arriva la prima distrazione ecco che i doriani non si fanno pregare: serie di uomini a terra in area Inter e Gabbiadini insacca con un tiro a incrociare,pareggiando i conti,1-1. Ecco che ora bisogna tirare fuori l'unione dello spogliatoio quell unione di cui se ne sta parlano molto negli ultimi tempi,per riuscire a vincere la partita. Ed ecco che la risposta arriva:3' dopo il gol di gabbiadini uno dei senatori voluto da Spalletti,Nainggolan,si riprende l'Inter dopo l inizio di stagione non esaltante. Il ninja torna a farsi sentire con i suoi tiri da fuori area. Un goal che va a valere la Vittoria e naturalmente i 3 punti!

Prova di squadra dimostrata questa sera dall'inter. Dopo tutto ciò che sta succedendo arriva la terza Vittoria di fila tra campionato e coppe. Respinto l assalto dei milanisti. Per quanto riguarda la prestazione finalmente una partita giocata come deve ricordandosi anche dell'assenza dell'ormai ex Capitano: coincidenze?