• Tesseramenti stagione 2018/2019

Non è facile tornare a San Siro dopo la delusione di martedì, ma tifare Inter significa anche questo bisogna rialzarsi. Ormai siamo abituati agli alti ma soprattutto i bassi dopo il triplete Mourinhano,ma siamo forti anche per questo perché non siamo abituati ad arrenderci. Stasera al Meazza torna un flashback dell anno scorso dove siamo entrati in crisi contro un Udinese piena di talenti ma stasera non lo possiamo permettere.

PRIMO TEMPO: Spalletti sembra intenzionato finalmente anche ad ascoltare un po' di più i tifosi lasciando finalmente un Perisic sottotono in panchina lanciando un Keita in un buon periodo di forma. Si parte dunque,inter in possesso palla. Cominciano ad arrivare le occasioni soprattutto sull asse Poli-Vrsjalko ma l Udinese si chiude molto bene non lasciando grandi spazi. L occasione migliore arriva con un incursione di Asamoah che provando a fare un assist se lo è visto deviare e Musso ,già spiazzato, è riuscito con un piede a deviare.

SECONDO TEMPO: Si comincia come nel primo tempo possesso nerazzurro ma questa volta sembra diverso,senza idea. E appunto cominciano a fioccare le occasioni per l Udinese una dietro l'altra graziando i nerazzurri più volte. Ma il malessere del pubblico si fa sentire e cominciano a tornare i fantasmi di Champions ed ecco che l'Inter spinge. Ed ecco il momento fatidico: calcio d'angolo per noi Icardi fa la sponda ed ecco il tocco di mano inizialmente non segnalato poi ecco la chiamata della VAR che richiama l attenzione dell'arbitro che concede poi il penalty dopo aver rivisto il crimine. Ed ecco che si presenta Maurito che delizia tutti con un cucchiaio alla Totti. Vantaggio nerazzurro. Questo gesto non solo fa rialzare la testa ma credo che Icardi volesse dire che noi siamo l'Inter e non abbiamo paura di sbagliare perché sappiamo rialzarci. Il finale è sofferente ma senza grossi rischi.

Icardi. Si proprio lui,il capitano,il bomber,ma soprattutto il leader di questo gruppo fa rialzare la testa a tutti,fa esultare di nuovo San Siro. Quel cucchiaio sembrava folle ma é un segnale di rinascita. Che sia solo l'inizio? Che ci faccia gustare un altro dolcetto a Santo Stefano? Beh lo scopriremo molto presto.

Intanto lo Staff Inter Club Val Di Matt coglie l'occasione di augurare a tutti Buone Feste!

Inter Club Val di Matt

Inter Club Val di Matt: chi siamo, la nostra storia

Chi siamo

Inter Club Val di Matt

Tesseramenti Inter Club 2017/2018

Iscrizione

Inter Club Val di Matt

Dove siamo e contatti

Contatti

Foto Inter Club Val di Matt

Tutte le nostre foto più belle

Gallery